Premi

IMG_7555 ANCHE PER LOCANDINA
IMG_7555 ANCHE PER LOCANDINA

Premi

Premi e riconoscimenti. Abbiamo sviluppato e portato il nostro lavoro e i nostri spettacoli in Italia, in Europa (Germania nel 2009 e 2010, Lichtestein 2010, Svizzera 2015) e in Cina nel 2014.

2018 Platonov. Un  modo come un altro per dire che la felicità è sempre altrove, viene proposto da Mario Bianchi come Miglior Spettacolo 2018 ai Premi Ubu, Barbara Mazzi viene proposta come Miglior attrice under 35 da Andrea Porcheddu ai Premi Ubu 2018.

Dal 2017 ha creato il collettivo/partenariato Fertili Terreni Teatro, con Tedacà, Acti Teatri Indipendenti e Schegge al Cubo vincendo il bando Performing Arts 2018 della Compagnia di San Paolo, dedicato alle stagioni teatrali.

Vincitore Theatrical Mass 2017, per lo spettacolo più votato dal pubblico Il Misantropo. Una commedia sulla tragedia di vivere insieme, riscrittura da Moliére.

Finalisti al Premio Scenario 2017 per il progetto Senza Famiglia da un testo di Magdalena Barile. Hanno detto di noi al Premio Scenario:

Abbiamo trovato molto divertenti e professionalmente maturi i torinesi de Il Mulino di Amleto, che qui – frontalmente e in modo dissacrante – mettono in scena uno spumeggiante testo di Magdalena Barile, “Senza famiglia”, distruggendo una delle istituzioni più consolidate della nostra società. In questo caso non siamo più davanti ad una promessa, ma ad una certezza nel panorama del teatro emergente italiano, un gruppo che si è già misurato in modo eccellente sia nel teatro ragazzi sia nella rivisitazione dei classici.                                 Mario Bianchi-Krap’s last post.

Premio S’illumina Siae Nuove – Opere Ed.2016 per il progetto di produzione Ruy Blas, riscrittura da Victor Hugo, in collaborazione con la Compagnia Tedacà e Kataplixi Teatro.

Vince Funder 35 triennio 2015-2017, Il Mulino di Amleto in collaborazione con la compagnia Tedacà, bando dedicato al sostegno dell’imprenditoria culturale giovanile, con il contributo più alto in Italia.

L’albergo del libero scambio produzione del Teatro Stabile di Torino/Teatro Nazionale nel dicembre 2015 è la quarta collaborazione tra il regista della nostra compagnia Marco Lorenzi e il Teatro Stabile di Torino, confermando così un importante interesse e riconoscimento da parte di questo ente nazionale.

Giardinetti è stato selezionato per la  fase finale del progetto D.N.A. Drammaturgie non allineate per l’infanzia e l’adolescenza, promosso da Unoteatro ed è invitato a partecipare al Giocateatro 2016, riscuotendo grande interesse, attenzione da parte degli operatori e buone recensioni.

Premio Scene allo Sbando 2014 della Compagnia di San Paolo, dedicato alle compagnie under 35 per il progetto  di produzione Mahagonny. Una scanzonata tragedia post-capitalistica.

Premio Sostegno alla Produzione 2012 della Città di Torino, Provincia di Torino e del Sistema Teatro Torino per il progetto di produzione Gl’innamorati di Carlo Goldoni che poi rimane in replica tre settimane al Teatro Gobetti di Torino a febbraio 2014, con tournée in Italia nella stagione 2014/2015 e poi spettacolo ospite al Beijin International Theatre Festival (Pechino, Cina) a settembre 2014. Siamo adesso al quarto anno di tournée.

La Tempesta di neve di A. Puskin, regia Ivanka Polchenko vince il premio di residenza teatrale presso il Festival dell’Incanto di Roddi.

Premio Sostegno alla Produzione 2011 della Città di Torino, Provincia di Torino e del Sistema Teatro Torino per il progetto di produzione Doppio Inganno- una commedia perduta di William Shakespeare a cui si assomma l’interesse del Teatro Stabile di Torino che inserisce lo spettacolo nella stagione 2012-2013.

Nel 2010 la nostra compagnia viene inserita nell’ agenda Giovani Compagnie realizzata dalla Fondazione Live Piemonte dal Vivo, come compagnia under 35 di qualità.

Candidatura come finalista Miglior Spettacolo 2011 del Premio Rete Critica per lo spettacolo Sorvegliati. Un progetto su Jean Genet regia Marco Lorenzi.

Premio Scintille al Festival di Asti 2010 e Premio Borrello 2011 per lo spettacolo Come fu che in Italia scoppiò la rivoluzione, ma nessuno se ne accorse di Davide Carnevali.

Il nostro primo spettacolo La ballata degli Impiccati vince il Premio Miglior Autore – Festival Schegge d’Autore 2009, spettacolo finalista al Premio CelatiTratti 2008 Perugia e menzione speciale www.umbriajournal.com.

 

Scroll to top