old-letters-436501
old-letters-436501

Doppio Inganno

una commedia perduta di William Shakespeare

con Lorenzo Bartoli, Luca Di Prospero, Gianluca Gambino, Alessandro Marini, Barbara Mazzi, Maddalena Monti, Raffaele Musella
regia Marco Lorenzi
assistente alla regia Giuseppe Roselli
disegno luci e idea scenica Francesco Dell’ Elba
foto di scena Tiziana Lorenzi
primo spettatore Bruce Myers
distribuzione Codici Sperimentali – Valentina Pollani
coproduzione Il Mulino di Amleto – L’Albero Teatro Canzone in collaborazione con Teatro Carlo Marenco di Ceva

vincitore del Premio Sostegno alla Produzione 2011 della Città di Torino e Sistema Teatro Torino e Provincia in collaborazione con Fondazione del Teatro Stabile di Torino e con Fondazione Live Piemonte dal Vivo

Sinossi
Henriquez, figlio cadetto del Duca dell’Andalusia, si innamora non corrisposto di Leonora, giovane promessa sposa del suo migliore amico, Julio. Per averla è disposto a tutto anche tradire la profonda amicizia che lo lega a Julio, perdere l’onore e organizzare un complesso inganno alle spalle delle persone a lui più vicine. Henriquez scriverà due lettere una inidirizzata a suo fratello Don Rodrigo e una indirizzata al padre di Julio. L’inganno è fatto! Henriquez può corteggiare e sposare indisturbato Leonora. Ma la giovane età e la passione di Henriquez non conoscono tregua. Lontano dalla Corte, egli incontra e perde la testa per Violante, una ragazza che resiste al nobile, finché lui non approfitta di lei con la forza. Nel frattempo il padre di Leonora, Don Bernardo, non vuole sentire ragioni, avendo ricevuto la proposta di matrimonio da Henriquez, sua figlia deve sposarlo, l’occasione è troppo ghiotta per lui e per la sua famiglia! La ragazza per salvarsi manda una lettera di aiuto al suo amato Julio. Uno sconosciuto riceve in affidamento questa lettera, ma la porterà a destinazione? Intanto anche Violante ha ricevuto una notizia: Henriquez le ordina di dimenticare tutto ciò che è successo tra di loro. Di chi si possono davvero fidare le due ragazze per salvarsi? L’intreccio scorre veloce, con fughe e nuovi inganni, i personaggi si sfiorano senza riconoscersi e si scontrano in duello, solo un nuovo “inganno” – l’ultimo, quello a cui nessuno può sfuggire – svelerà la verità di queste appassionate storie d’ amore…

Note di regia
Mi sono affezionato all’idea che il mondo in cui si muovono i personaggi del nostro Doppio Inganno sia un mondo veramente pericoloso, un mondo quasi interamente maschile in cui le donne non hanno vita facile e infatti sono eroine, protagoniste di gesti unici di coraggio e generosità. Un mondo di viaggi, di avventure meravigliose, di lotte appassionate e di sentimenti totalizzanti; Alessandro Serpieri scrive: “I contemporanei di Shakespeare sono uomini dell’avventura, uomini del Caso”. Per questo vorrei raggiungere una qualità di energia molto alta (barbarica, direi), che tiene incollato l’ascoltatore-spettatore alle parole del testo che, anche se poetiche, sono e devono essere concrete. Questi personaggi pensano, sentono, vibrano di passione, il loro linguaggio né è lo specchio, dobbiamo essere noi ad abbandonarci a questa loro “vita al quadrato”. È presunzione pensare di poterlo fare? Forse la risposta è proprio nel lavoro: partire dalla fatica, dal sudore, dal puro artigianato. Marco Lorenzi

Tournée 2012 – Tournée 2013 – Tournée 2014
30 novembre 2012 Teatro Marenco, Ceva (matinée) – 1 dicembre 2012 Teatro Marenco, Ceva – dal 4 al 9 dicembre 2012 Teatro Gobetti, Torino – dal 19 al 22 dicembre 2012 Teatro della Tosse, Genova – 29 gennaio 2013 Auditorium Iglesias (matinée) – 30 e 31 gennaio 2013 Teatro Minimax, Cagliari (matinée) – 2 febbraio 2013 Teatro di Costigliole D’Asti – 8 e 9 febbraio 2013 Auditorium S. Anna, Verbania – 13 febbraio 2013 Teatro Comunale San Teodoro, Cantù – 15 febbraio 2013 Teatro dei Rinnovati, Siena – 21 marzo Teatro Consorziale, Budrio – 22 marzo 2014 Teatro Comunale Pietro Mascagni, Chiusi – 29 marzo 2014 Cineteatro Moteggia, Palau – 30 marzo Teatro Carmine, Tempio Pausania – 5 aprile 2014 Nuovo Teatro, Cannobio

Breve rassegna stampa
“…affiatato e generosissimo cast: un gruppo di attrici e attori – tutti diplomati alla scuola del teatro Stabile di Torino – che rivela un talento incontestabile e versatile…” Sistemateatro.it – Laura Bevione

“Il Mulino di Amleto, in scena con un pezzo di teatro ben allestito e divertente per qualsiasi spettatore…. Il motore dell’allestimento è la regia intelligente, eccitata e inventiva d Marco Lorenzi che crea con poco un ambientazione in grado di suggerire dimore, boschi o cimiteri…” Il Secolo XIX – Margherita Rubino

“Il Doppio inganno del Mulino d’Amleto porta con sé un’unica verità: quella di un’operazione ben studiata e realizzata da un affiatato ed ispirato gruppo di lavoro formato da attori ed attrici giovani ma giù sufficientemente dotati della giusta malizia e del necessario disincanto che portano lo spettatore ad una risata, talvolta anche convinta, sempre però condita da una amara riflessione sulla condizione umana.” Teatroteatro.it – Roberto Canavesi

“Esempio di teatro fisico, povero di mezzi ma ricco di inventiva, questo Doppio Inganno vale perciò come antidoto alla pesante solennità dello Shakespeare più imparruccato e polveroso, e ha il merito di introdurre al pubblico un testo ancora largamente sconosciuto con la forza di intuizioni rischiose ma sempre coinvolgenti…” Cinemateatro.com – Massimo Lechi

Leggi Doppio Inganno – Rassegna stampa

Guarda trailer Doppio Inganno

 

 

Scroll to top