Poetica

John
John

Poetica

Qui di seguito troverai la poetica della nostra compagnia, le linee guide, i pensieri, gli appunti.
“Poetica” è una pagina costantemente in evoluzione e aggiornamento come il nostro percorso artistico, sconnessa grammaticalmente, ma connessa con il nostro Essere.

Il fulcro della nostra ricerca artistica è rivolto alla creazione di un teatro popolare, comunicativo, che nasce da una convinzione ben precisa: l’arte ci aiuta a essere umani.
Tutti gli artisti e i collaboratori che si riuniscono intorno al Mulino sono animati dallo stesso vitale desiderio: incentrare la loro ricerca artistica ed umana sul lavoro dell’attore e sul “teatro come spazio dell’immaginazione”.

Puntiamo a un teatro di grandi emozioni popolari.
Un teatro fatto di attori, registi e idee.
Un teatro fatto di artisti che non si accontentano, ma lavorano costantemente per migliorare il proprio talento e offrire una qualità artistica eccellente.
Siamo convinti che questa possa essere la risposta giusta ai catastrofici oroscopi che in tempo di crisi, ma non solo, riguardano il teatro.
Ricerchiamo e crediamo in un teatro non naturalistico.
Un teatro che metta l’essere umano al centro della sua ricerca.
Un teatro che è sempre alla ricerca di nuovi interrogativi e non di facili risposte.
Coraggioso, rischioso e pericoloso.
Un teatro in cui il Classico sia affrontato come il Contemporaneo e il Contemporaneo come un Classico.
Un teatro che si impegna a riflettere sul presente e prova ad immaginare il futuro.

Il Mulino di Amleto, dalla sua nascita a oggi, ha cercato ed approfondito uno stile molto personale: prendere il caos, i paradossi, l’assurdità e la frammentazione del nostro tempo e renderli stimolo per la creazione artistica. La frammentazione del contemporaneo, in questo modo, acquista respiro nel teatro.

Seguendo tutti questi presupposti e queste convinzioni, abbiamo sviluppato e portato il nostro lavoro e i nostri spettacoli in tutta Italia e non solo, approfondisci ancora su Bio, Premi, Spettacoli.

Qui di seguito trovi delle suggestioni, frasi lette qua e là che ci ripetiamo costantemente per stimolare la nostra Poetica.
“Qualcosa di nuovo si trova solo nell’assurdo.” Jules Amédée Barbey
“Nel tempo dell’inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.” George Orwell
“Non importa, prova ancora. Sbaglia ancora. Sbaglia meglio.” Samuel Beckett
“Prima di essere un grande attore voglio essere un grande uomo.” James Dean
“L’essere umano non è fatto per la comodità.” proverbio Tibetano letto all’ ingresso della scuola Dimitri, Verscio.
…il teatro che non raccoglie il palpito sociale, il palpito storico, il dramma delle sue genti e il colore genuino del suo paesaggio e del suo spirito, col riso e col pianto, non ha diritto di chiamarsi teatro ma sala da gioco o luogo per fare quella orribile cosa che si chiama “uccidere il tempo.” Federico Garcia Lorca

 “Ciò che hai ereditato dai padri riconquistalo, se vuoi possederlo davvero.” J.W. Goethe

Scroll to top