modern times
modern times

Modern Times

progetto fotografico di Erika Zolli

Siamo così felici di presentarti “Modern Times” il progetto fotografico della giovane fotografa Erika Zolli, nato in collaborazione con il nostro spettacolo Gl’innamorati. Abbiamo aderito con piacere ed entusiasmo perché questo contrasto tra “classico” e “moderno” presentato nel lavoro di questa bravissima fotografa, sposa perfettamente anche il nostro lavoro artistico e teatrale di adattamento, riscrittura e contaminzaione dei Grandi Classici. E’ riuscita a sintetizzare anche il nostro lavoro di ricerca artistica. Grazie!

Goditi le splendite foto qui sotto e il bel sito di Erika e le sue pagine social facebook Erika Zolli PhotographyErika Zolli @eribluff Instagram.

Descrizione Progetto.
“Modern times” è il nuovo progetto della giovane fotografa italiana Erika Zolli.
Un serie di fotogrammi che ruotano intorno all’immaginaria possibilità di tornare indietro nel tempo, precisamente in un’età neoclassica, dove i personaggi ritratti interagiscono con oggetti della nostra modernità. Un viaggio nel tempo caratterizzato da quella visione surreale e ironica che è tipica di Erika Zolli.
“Sono affascinata dall’idea di mettere assieme elementi che discordano. E’ da ciò che contrasta che nasce la più bella armonia. Il senso delle cose si sprigiona proprio grazie alle diversità. Mettere insieme periodi storici differenti attraverso elementi che apparentemente disturbano la visione abituale di chi osserva, fa fermare per un secondo il pensiero, risolvendosi, subito dopo, in una visione esteticamente armonica”.

Vestiti realizzati da Gaia Moltedo per lo spettacolo Gl’innamorati.
Modelli: Roberta Calia, Barbara Mazzi, Raffaele Musella, Marco Lorenzi e Andrea Fazzari – dalla compagnia teatrale “Il Mulino di Amleto”

Erika Zolli bio:

Erika Zolli è una fotografa specializzata in Fine-art ed è sempre stata attratta dalla potenzialità che ha la fotografia di condurre l’osservatore in un mondo di surreale poesia. Nelle sue foto vengono creati nuovi mondi, nuove realtà, al fine di mostrare e di esplorare quell’invisibile dimensione onirica che risiede nella mente umana. I suoi lavori sono un mixage di surrealismo e di delicatezza in cui i soggetti interagiscono direttamente con lo spazio circostante, creando un valore extrasensoriale e magico.
Nata come fotografa autodidatta attualmente vive e lavora a Milano. Tiene workshops di fotografia creativa in Italia e in Spagna.

I suoi lavori sono stati menzionati in diverse riviste e quotidiani tra cui: Fotografia Reflex, Il Fotografo, L’Espresso, L’OEil de la photographie, La Repubblica Milano, ANSA.it, Creathead (VICE), Art Parasites, Urban Contest, Click Blog, Bored Panda etc.

Ha esibito nel 2016 per il Milano Photo Festival con la mostra “Surreal Arabesque” a Palazzo Castiglioni, sempre nel 2016 al Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e a Paratissima Art Fair a Torino. A fine marzo di quest’anno esporrà al Seravezza Fotografia con la mostra “Sur/Real”.

Ha vinto il primo premio del concorso “My City” organizzato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente e il primo premio della conferenza t2gE sulla Green Economy.

Scroll to top